Regolamento Esercizio 2019/2020

Regolamento per l’attività sportiva - esercizio 2019/2020 Approvato dal Consiglio Direttivo il 27/08/2019

 

Il consiglio direttivo dell’Associazione Sportiva Dilettantistica TAEKWONDO FREE SPIRIT – Trieste, riunitosi allo scopo di meglio disciplinare le regole che permettano di fruire, con regolarità e continuità, delle attività di formazione e preparazione degli atleti che intendono perseguire gli obbiettivi che la scuola si prefigge, ha determinato il seguente regolamento per il prossimo esercizio, anno 2019/2020, in vigore dal 1 settembre 2019 :

 

 

Art 1Premesse

1.    Nel prendere in esame la stesura del presente regolamento, vengono tenuti conto i seguenti fattori :

-          Andamento dei precedenti esercizi;

-          Bilancio societario;

-          Linee guida organizzative e funzionamento in generale delle Associazioni e delle Strutture Sportive

 

Art 2 – Iscrizione e requisiti per poter partecipare alle attività

1.     Gli atleti che fruiscono dei servizi offerti dall’Associazione, sono obbligati al tesseramento alla Federazione Italiana Taekwondo secondo le tariffe stabilite dallo stesso organo federale, riconosciuto dal CONI, e pubblicate sul sito.

2.     Il tesseramento, come specificato dalla stessa F.I.TA., può avvenire esclusivamente previa ottenimento del previsto certificato medico di idoneità.

3.     La quota associativa prevede il versamento dell’importo  di € 30.00

 

 

Art 3Durata dell’esercizio

1.     La durata ufficiale dell’anno di esercizio sportivo è fissata in mesi 10, dal mese di settembre al mese di giugno dell’anno successivo.

2.     L’Associazione si riserva di organizzare ulteriori attività per i mesi estivi, anche qualora siano rese necessarie per completare o affinare il grado di preparazione degli atleti, ovvero dei partecipanti in funzione di gare importanti.

3.     Per le estensioni di cui al comma 2, se non richiedono particolari impegni economici, non vengono richieste rette aggiuntive

 

 

Art 4Corresponsione delle quote per frequentare l’attività sportiva e formativa.

1.    Tutti gli Atleti, ovvero le loro famiglie, sono obbligati a corrispondere le rette mensili (quote) secondo le modalità previste dalla tabella “A” del presente regolamento.

2.    Il Presidente dell’Associazione, sentito il parere del Consiglio Direttivo, può prendere in considerazione deroghe per comprovati motivi esposti, e ne concorda le modalità.

3.    Il Presidente dell’Associazione non può assumere iniziative, riguardo alle deroghe di cui al precedente comma, qualora queste ledano irreversibilmente sulla capacità dell’Associazione di far fronte agli oneri economici assunti per la buona gestione dell’attività.

 

Art 5Escludibilità dalle attività dell’Associazione

1.    Fermo restando quanto indicato dal comma 2 dell’art. 4, l’atleta per il quale non è stata corrisposta la quota prevista, decorso il decimo giorno di ritardo, non può essere ammesso nelle palestre, o nelle idonee strutture individuate dall’Associazione, per svolgere l’attività prevista

2.    Il maestro, gli istruttori ed i collaboratori, hanno l’obbligo di indicare a tutti gli atleti le corrette modalità di comportamento, e di supportarne in tal senso l’apprendimento.
Gli atleti che, pur essendo stati correttamente orientati, si rendono responsabili di comportamenti contrari alla disciplina, o costituiscano volutamente un pericolo per se stessi e per gli altri, possono, a parere degli istruttori, essere allontanati nell’immediato dall’attività in corso.

3.    Gli atleti esclusi nei casi di cui al comma 2, prima di essere ammessi alla lezione successiva, vengono sentiti dal maestro, o da suo delegato, per comprendere, con la ritrovata calma, cosa abbia causato la condizione che ha generato l’allontanamento precedente.

 

Art 6Partecipazione a Competizioni

1.    L’Associazione si impegna ad offrire la possibilità di partecipare alle manifestazioni patrocinate dalla F.I.TA., ovvero dalla E.T.U. (European Taekwondo Union), considerando l’effettivo grado di preparazione richiesta per le discipline in questione (forme, combattimenti e freestyle)

2.    Pur avvalendosi del parere degli istruttori, il maestro valuta obbiettivamente il grado di preparazione degli atleti tenendo conto della costanza negli allenamenti, dei traguardi raggiunti, e dell’impegno profuso, al fine di individuare le condizioni che permettano all’atleta di affrontare in sicurezza la competizione, evitando quindi di esporlo a possibili rischi dovuti ad una preparazione insufficiente.

 

Art 7Cura dell’attrezzatura individuale e fornitura.

1.    L’Associazione promuove, nei confronti degli atleti, ogni utile suggerimento al fine di mantenere in efficienza l’attrezzatura individuale (dobòk, colpitori, paracolpi, caschetto, ecc.) ovvero quella messa a disposizione, evitando così che finisca danneggiata o smarrita

2.    L’Associazione si impegna a reperire e segnalare, sul mercato, le attrezzature e le dotazioni individuali con il miglior rapporto qualità/prezzo, e può, se le condizioni lo permettono, assumere iniziative finalizzate ad ottenere ulteriori vantaggi per gli atleti, sia per quantità che in presenza di agevolazioni riservate alle Associazioni Sportive

 

Art 8Esami cinture colorate

1.    L’Associazione, ai sensi dell’art.4 del Regolamento Organico della FITA, promuove le sessioni di esame per il passaggio alla cintura colorata superiore (kup)

2.    Le sessioni di esame, nell’arco dell’anno di esercizio, sono generalmente organizzate in due momenti : sessione “invernale” (dicembre/gennaio) e sessione “estiva” (maggio/giugno)

3.    Il maestro, avendone constatato il livello di preparazione, propone all’atleta di sostenere l’esame per il kup superiore, e affronta assieme allo stesso eventuali insicurezze. La partecipazione all’esame avviene quindi solo con assenso dell’atleta.

4.    Le sessioni di esame avvengono innanzi alla commissione esaminatrice, con le modalità previste dal regolamento federale.

5.    Il costo dell’esame non ha nessun altro fine se non quello di coprire le spese per l’acquisto della cintura, la produzione dell’attestato, i costi organizzativi,  ed il pagamento deve avvenire in tempo utile a permettere gli ordinativi necessari, in modo che per la data fissata sia tutto pronto.

 

Art 9Comunicazioni in tempo reale ed epistolare elettronica

1.    Al fine di rendere efficienti le comunicazioni tra Associazione e Atleti (famiglie), quando queste servano a garantire praticità e immediatezza, rimane inalterata la già sperimentata piattaforma di gruppo dell’applicativo “WhatsApp”

2.    E’ inevitabilmente onere dei destinatari la verifica della presenza di comunicazioni o messaggi in tempo reale, ivi comprese le impostazioni necessarie al funzionamento utile dell’applicativo (esclusione delle notifiche o della suoneria)

3.    Attraverso la stessa piattaforma WhatsApp, l’Associazione comunica l’invito a verificare la propria casella mail di riferimento in occasione di invii “a tutti gli atleti”.

 

Art.10Sottoscrizione

1.    Tutti gli atleti, o chi per essi, sottoscrivono, per accettazione integrale, tutti gli articoli  del presente regolamento, inclusi i contenuti degli artt. 2, 4, 5 e della tabella “A”.

 

Art 11Conclusioni

1.    Per tutto quanto non espressamente disciplinato dal presente regolamento, si applicano:
              Buon senso, correttezza, ascolto, dialogo e amicizia.

 

 NB : Per informazioni sulle tariffe di cui alla Tabella A del presente regolamento, scrivere a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

FacebookMySpaceTwitterDiggGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedinMixxRSS Feed

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information