LA NOSTRA STORIA

L’Associazione Sportiva Dilettantistica “Taekwondo FREE SPIRIT – Trieste” nasce, con atto costitutivo, il 10 giugno 2011 per volontà del Presidente Carlo Turilli, istruttore federale della FITA (Federazione Italiana Taekwondo), e Ufficiale di Gara riconosciuto. Presto Carlo viene affiancato da alcuni suoi colleghi che cominciano a collaborare e a frequentare la palestra coinvolgendo i propri figli.

Il fascino, o più propriamente l’energia che scaturisce da ciò che si palesa essere immediatamente diverso dal clima più distaccato e tecnico di altre realtà, alimenta l’entusiasmo di piccoli e grandi. Altri giovani cadetti si affacciano, trovando molto presto quel clima che li invoglia a loro volta a parlarne con altri amici.

Ben presto la Free Spirit cresce, e molti si tesserano anche perché vogliosi di misurarsi con le prime partecipazioni a gare ufficiali, sia nelle “forme” (la specialità artistica della disciplina) che nei combattimenti che si concludono abbracciando l’avversario.

Giunge quindi il momento di cimentarsi fuori dalle mura domestiche, quelle delle palestre del “Dante” messe a disposizione dalla Tergestina, che intuisce ciò che Carlo ha intenzione di portare avanti e l’entusiasmo che lo anima.
Ci mette molto del suo, anche economicamente. E’ consapevole delle difficoltà che alcune famiglie hanno, e sceglie di chiedere quote minime che corrispondano al minimo indispensabile per coprire il noleggio della palestra. Spesso non si trova con le spese da sostenere, ma se ne preoccupa marginalmente: la sua soddisfazione sta nel vedere i suoi ragazzi contenti.

Dopo la parentesi costituita dalla partecipazione agli Open di San Donà di Piave, dove ha fatto gareggiare il figlio Davide, atleta promettente già avviato al taekwondo (cintura nera terzo poom), classificatosi al primo posto, la Free Spirit esordisce, come Associazione al “completo” in una gara ufficiale di forme il 16 ottobre 2011 a Valeggio sul Mincio (VR), partecipando ai Campionati Interregionali, dopo soli 4 mesi di attività avendo cominciato da zero. E’ l’unica società triestina presente alla manifestazione.
Lo fa portando con sé 9 atleti e l’intenzione di fare esperienza, dando la possibilità di far sperimentare a costoro i valori acquisiti, specialmente la perseveranza e l’autocontrollo. Non è a caccia di medaglie.
E avviene il miracolo: Nicola BUONO, Valentina CASSANELLA e Dennis BIAGI conquistano l’ORO nelle rispettive categorie, mentre Davide TURILLI, conquista l’ARGENTO tra le cinture nere juniores.

Nessuno dei volti degli atleti partecipanti, né di quelli rimasti a Trieste lavorando per sentirsi più “pronti”, contenevano meraviglia nel chiedersi come avessero potuto compiere una simile impresa da “appena nati”. Persino Carlo, nella sua gioia, sapeva che le intenzioni avevano superato le aspettative semplicemente perché vere, ed ancora una volta, a premiarlo, è stato il vedere i suoi ragazzi credere in ciò che facevano.
Ciò non è passato inosservato alla stampa locale che, principalmente grazie alla penna di Francesco Cardella, giornalista de “IL PICCOLO”, ha sottolineato gli importanti risultati conseguiti. L’evento ha dato un’ulteriore spinta in avanti all’Associazione, che da quel primo evento tangibile ha visto un continuo crescendo nel suo percorso evolutivo.
Nuovi atleti sono entrati a far parte della “famiglia” FREE SPIRIT, alcuni dei quali hanno portato con se alcune problematiche personali. Giovani ragazzi con problemi di insicurezza, o con situazioni familiari complicate hanno fatto capolino, cercando di trovare in se quel potenziale nascosto ed ancora inespresso. La dedizione di Carlo ha trovato in questi nuove sfide e ulteriori motivazioni per proseguire in quella che lentamente assumeva i contorni di una missione.

Il 10 dicembre 2011 la Free Spirit si reca a Fondi (LT) per partecipare al Torneo Nazionale di Forme per Cinture Colorate, ed anche in quell’occasione da il meglio di se. E’ nuovamente l’unica Società a rappresentare Trieste e lo fa nel migliore dei modi, portando a casa l’Oro di Nicola BUONO ed il Bronzo di Irene Dolce.

La Free Spirit gioca in casa al Campionato Interregionale Combattimenti al Palazzetto dello Sport di Chiarbola a Trieste. Al campionato si iscrivono 52 Società da tutta Italia con circa 500 atleti complessivi. Le gare si articolano, così, in due giornate da mattina a sera.

Carlo riesce ad infondere sicurezza ai suoi atleti, molto emozionati e tesi per l’impegno casalingo ancor più sentito per la moltitudine di partecipanti.
“Tutti e 500 siete amici, condividete la stessa esperienza, e siete qui per dimostrare che nello sport, come nella vita, competere non significa detestare. Fate al meglio delle vostre possibilità ciò che vi ho insegnato”.

A questo punto accade l’inevitabile. Alcuni maestri, giunti come osservatori da oltre confine, si rendono conto del potenziale della Free Spirit, e cominciano ad invitare Carlo ed i suoi atleti a partecipare a competizioni internazionali in Slovenia, Croazia e Serbia. Nel frattempo la famiglia cresce ancora e si presenta, per i giovani, l’occasione di partecipare ad altre competizioni in Italia.
A Tezze di Arzignano (VI) la Free Spirit partecipa, il 20 febbraio 2012, alle “Lupiadi”, manifestazione riservata ai giovanissimi, giunta alla terza edizione, ed organizzata dalla società sportiva del posto.
Nell’occasione i piccoli atleti conquistano 13 medaglie, tuttavia accade qualcosa che non rientra nei piani di Carlo.    

La Free Spirit ha sempre riconosciuto i meriti dei propri atleti. Per “meriti” la scuola intende ogni aspetto del successo, che non è solamente sportivo. E’ la buona creanza, il buon comportamento.

In ricordo di ciò la Free Spirit ha sempre rilasciato attestati di merito per il risultato conseguito, sul tatami (il tappeto della pratica marziale) come fuori da esso.
Nell’occasione i piccoli atleti, per quanto si siano distinti in gara, per eccesso di entusiasmo sono caduti nell’auto-esaltazione. Dopo essersi consultato con il responsabile atleti, Carlo decide di non premiare i vincitori, e di sostituire una delle sedute di allenamento, al rientro in sede, con una lezione sull’ascolto. Affida quindi loro il compito di scrivere su un foglio in bianco i propri pensieri sulla giornata trascorsa a Vicenza, e sui propositi che potevano essere fatti. Era importante far cogliere loro l’importanza dei principi e dei valori che con estrema attenzione si voleva trasmettere. Nell’occasione gli attestati di merito sono stati sostituiti con i loro stessi lavori, aspetto che è stato colto con favore dai genitori degli atleti.

Il 10 marzo 2012 giunge il primo impegno internazionale della Free Spirit. Trieste è infatti rappresentata dagli atleti di Carlo al TORNEO TAEKWONDO pokal SMARTNO - LITIJA 2012 in Slovenia. L’impegno è particolarmente sentito ed i ragazzi sono impegnati al massimo, ottenendo la medaglia d’Oro con Samuele BUONO ed Elisa SERPO (premiata inoltre come miglior atleta), l’Argento di Davide TURILLI ed il Bronzo di Michele DI GENNARO, Alessandro BIRTI, Mario TURILLI ed Antonio NICODEMO. L’evento dona un’ulteriore iniezione di fiducia, e per gli organizzatori d’oltre confine del settore Trieste è “Free Spirit”. Al rientro in Italia i ragazzi di Carlo hanno messo a frutto i benefici ricevuti dall’esperienza, misurandosi nel Campionato Interregionale Combattimenti che si sono svolti a Cattolica (RN) il 5 e 6 maggio 2012. 400 atleti di 50 società provenienti da tutta Italia e persino dall’Austria. Trieste è rappresentata solo dalla Free Spirit, che partecipa con 10 atleti di età compresa tra i 10 ed i 17 anni. I ragazzi danno fondo a tutto ciò che hanno imparato, portandosi a casa, meritatamente, 4 Ori, 4 Argenti ed 1 Bronzo nelle categorie Cadetti e Juniores.

Meno di una settimana dopo, il 12 maggio 2012, la Free Spirit parte alla volta di Zagabria, insistentemente invitata dagli organizzatori croati a partecipare al MEDUNARODNI TAEKWONDO TURNIR SUSEDGRAD-SOKOL POKAL 2012. Numerosissimi atleti provenienti da Serbia, Slovenia, Austria, Ungheria, Grecia, Turchia e ovviamente Croazia, si misurano sia nei combattimenti che nelle forme Ancora una volta dagli spalti spicca il lenzuolo “FREE SPIRIT TRIESTE – TUTTI PER UNO, UNO PER TUTTI”. E così avviene, con l’Oro ed il titolo di Miglior Atleta per Davide TURILLI, l’Argento di Daniele MOSCATO ed il Bronzo di Elisa SERPO, Vialy MARTON e Letizia COSTANTINO nei combattimenti, mentre nelle forme ottengono 1 Argento con Davide TURILLI ed 1 Bronzo con Dennis BIAGI. La Free Spirit viene invitata in Turchia da una delle società partecipanti, ma Carlo dovrà pensarci un po’ su.

L’ultimo appuntamento dell’anno di esercizio 2011/2012, prima della sessione estiva degli esami per il passaggio di cintura, è datato 26 maggio 2012, dove Davide TURILLI conquista l’Argento all'INTERNATIONAL TAEKWONDO CHAMPIONSHIP di ZAGABRIA – Croazia.

Durante l’estate del 2012, Carlo progetta l’attività per l’anno successivo. Lo fa contando quasi 40 tesserati e portando con se alcune riflessioni su quanto fatto sino a quel momento. Sa che alcuni dei suoi ragazzi frequenteranno le scuole superiori. Altri ancora saranno impegnati con il catechismo l’anno prossimo, ed il dover necessariamente sottostare agli orari “disponibili” e “semi-imposti” delle palestre scolastiche, da dividere con altre discipline, non consentirà loro di esserci. Egli spera di essere stato loro d’aiuto, e di aver insegnato, tra mille raccomandazioni, qualcosa che nelle esperienze future, qualunque esse siano, possa essere vissuto nell’integrità, nella perseveranza, nella cortesia e autocontrollo. Intanto sogna una palestra tutta sua, dove possa metterci un tatami e tutto se stesso, applicando gli orari che possano essere agevoli a tutti. Verso fine estate organizza diverse sedute di allenamento serale in preparazione alla nuova stagione, e sceglie la riviera di Barcola, dove far correre i suoi ragazzi, farli esercitare prima di un buon bagno, diventando una sorta di attrazione per molti curiosi che si fermano ad ammirare gli esercizi, e lo spirito d’unione.

FacebookMySpaceTwitterDiggGoogle BookmarksRedditTechnoratiLinkedinMixxRSS Feed

Questo sito utilizza i cookies per migliorare il servizio offerto. I cookies impiegati sono solo quelli essenziali per il funzionamento del sito e sono già stati impostati Per saperne di più sui cookies e come cancellarli leggi la direttiva europea.

Accetta i cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information